Sempre più frequentemente si sente parlare dell’importanza di una buona Due Diligence. Iniziamo col capire che cos’è e come funziona. Le ragioni della sua importanza saranno ancora più chiare.

 

Cos’è la Due Diligence

 

Con l’espressione inglese Due Diligence (in italiano: diligenza dovuta o diligenza necessaria) si intende l’insieme delle attività di investigazione, di verifica e approfondimento di dati e di informazioni relative all’oggetto di una trattativa d’affari. La Due Diligence ha come scopo quello di valutare la convenienza o meno a concludere un affare e di individuarne eventuali rischi e problematiche, sia per negoziare termini e condizioni del contratto, sia per predisporre adeguati strumenti di garanzia, di indennizzo o di risarcimento.

 

Una corretta attività di Due Diligence è quindi di basilare importanza in ogni principale processo aziendale, dall’acquisizione alla cessione dell’azienda stessa.

 

Prevalentemente, le operazioni di Due Diligence vengono effettuate volontariamente dalle parti coinvolte in un affare commerciale. Talvolta, invece, la Due Diligence è un obbligo di legge.

 

La Due Diligence consente l’accesso ad una serie di informazioni riguardanti la controparte; i dati raccolti possono orientare in maniera decisiva il processo decisionale e il piano strategico di almeno uno degli attori coinvolti.

 

Come funziona

 

In qualsivoglia trattativa finanziaria, in particolare se di rilevante spessore economico, le indagini di Due Diligence di solito sono un elemento ricorrente. Prima di procedere alla formalizzazione degli accordi commerciali, è infatti pieno interesse dell’imprenditore o del credit manager della parte che si espone maggiormente, tutelare i propri interessi economici, cercando di ottenere reali garanzie.

 

A tale scopo, è consigliabile commissionare specifiche indagini di Due Diligence ad un’agenzia di investigazione privata specializzata in indagini aziendali, come EUROCREDIT BUSINESS INFORMATION, in possesso di regolare Licenza di Pubblica Sicurezza ex art. 134 T.U.L.P.S. e ss.

 

La Due Diligence può essere richiesta in tre fasi diverse di ogni trattativa finanziaria: precontrattuale (ossia durante la trattativa tra le parti e prima della formalizzazione di qualsiasi tipo di impegno o accordo), preclosing (ossia nel momento in cui le parti hanno già sottoscritto un vincolo contrattuale, ma l’accordo non è stato formalizzato definitivamente) e postclosing (indagini patrimoniali di Due Diligence svolte dopo la formalizzazione definitiva dell’accordo).

 

In buona sostanza, le indagini patrimoniali di Due Diligence consistono in una iniziale raccolta di informazioni, verifiche e contro verifiche, su tutti gli aspetti rilevabili e degni di nota per lo scopo che più importa, in modo che eventuali incongruenze possano essere facilmente evidenziate.

 

Infine, le operazioni di Due Diligence si concentrano sugli aspetti più rilevanti: patrimoniale, debitorio, finanziario, economico, operativo e reputazionale.

 

Le indagini patrimoniali di Due Diligence sono volte altresì ad attestare la solidità economico – finanziaria e l’affidabilità commerciale della persona, fisica o giuridica, con cui si è in trattativa d’affari, oltre a verificare la consistenza del patrimonio e dei beni della stessa.

 

In questa ottica, le società di informazioni sul merito creditizio, come EUROCREDIT BUSINESS INFORMATION, sono chiamate non solo a verificare la congruenza e la veridicità delle informazioni fornite in fase precontrattuale, ma anche ad individuare le eventuali ulteriori utenze telefoniche, la presenza e la reperibilità sul territorio, la penetrazione nel mercato di riferimento, nonché quantificare i beni mobili e immobili intestati alla persona fisica o giuridica oggetto d’indagine ed evidenziare eventuali precedenti commerciali negativi, quali quelli di bancarotta, protesti e/o pignoramenti.

 

L’utilità della Due Diligence

 

In estrema sintesi, grazie alle indagini esperite, è possibile avere un quadro più chiaro e trasparente della situazione economico – finanziaria della persona, fisica o giuridica, con la quale si è, o si intendente entrare, in affari, oltre a conoscerne il pregresso commerciale operativo (e non solo).

 

Le informazioni ottenute attraverso una mirata attività di Due Diligence fungono da importante supporto all’intero processo valutativo, che avviene ancor prima di quello decisionale.

 

La Due Diligence, pertanto, concorre al delicato processo di valutazione e gestione del rischio: i risultati ottenuti dall’esperimento delle indagini preliminari possono evidenziare eventuali fattori di rischio, che diversamente potrebbero emergere solo durante, o dopo, l’entrata in rapporti d’affari con il soggetto attenzionato.

 

La Due Diligence assolve una funzione propedeutica alla sensibile riduzione dei margini di rischio.

 

Last but not least: le Indagini di Conformità, la ‘Compliance Check

 

Della Compliance Check se ne occupa uno specializzato ramo investigativo con l’intento di verificare se il soggetto indagato è incluso in una serie di liste speciali, come ad esempio le liste antiterrorismo, Blacklist, Watchlist, liste PEP (Persona Esposta Politicamente) oppure liste antiriciclaggio.

 

Per maggiori informazioni o preventivi personalizzati sull’attività di Due Diligence, contatta EUROCREDIT BUSINESS INFORMATION ai recapiti che trovi cliccando qui