Recupero Crediti Stragiudiziale: cos’è e come funziona

Recupero Crediti Stragiudiziale: cos’è e come funziona

Cos’è il Recupero Crediti Stragiudiziale?

Il recupero crediti stragiudiziale è una modalità per recuperare i crediti che può far incassare le somme vantate in modo rapido e a costi contenuti.
Quella del recupero crediti è però un’attività molto delicata, che richiede l’impiego di personale qualificato, con specifiche competenze acquisite sia con l’esperienza che con mirata formazione.

Il recupero crediti stragiudiziale è la fase “amichevole”, la c.d. “bonaria” del recupero crediti, la più conveniente per entrambe le parti (creditore e debitore) sia in termini di costi che di tempi.

Il recupero crediti giudiziale, infatti, coinvolgendo anche il Tribunale, ha dei costi vivi elevati e talvolta inquantificabili a priori, e dei tempi talvolta biblici.

Il recupero crediti stragiudiziale, nella stragrande maggioranza dei casi, è la soluzione più rapida e meno costosa, pertanto più vantaggiosa.

Il recupero crediti stragiudiziale è attività riservata agli Avvocati abilitati alla Professione Forense ed iscritti all’Albo degli Avvocati del loro Ordine di appartenenza o a chi è in possesso di valida Licenza ex art. 115 T.U.L.P.S., rilasciata dalla Questura competente per territorio, in quanto l’attività di recupero crediti è regolamentata dal Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza.

Come funziona il Recupero Crediti Stragiudiziale?

Di basilare importanza è innanzitutto verificare che il credito vantato sia realmente certo, liquido ed esigibile, tramite un’attenta analisi di tutta la documentazione in possesso al creditore. Con dette indagini preliminari, si individuerà la strada più conveniente da intraprendere ai fini del recupero del credito in modo snello ed efficace. 

Il debitore riceve una o più telefonate di sollecito (phone collection) da parte di personale altamente qualificato e con comprovata esperienza nel settore, in modo da stabilire se vi è la possibilità o meno di arrivare ad una soluzione.

Il debitore riceve una lettera di sollecito, formale comunicazione di interruzione della prescrizione, messa in mora e contestuale richiesta di ottemperare alla propria obbligazione (diffida ad adempiere), corrispondendo la somma originariamente dovuta, maggiorata di interessi, spese ed eventuali sanzioni.

Se il debitore non ottempera, si procederà con una mirata indagine patrimoniale volta ad individuare, in capo allo stesso, l’esistenza o meno di beni mobili e/o beni immobili utilmente pignorabili. Nel caso in cui il debitore oltre ad essere insolvente fosse anche insolvibile, ci si sarà costituiti un titolo per la messa a perdita fiscale e si recupereranno, se non altro, gli oneri fiscali. 

Il recupero crediti stragiudiziale termina quando il credito viene saldato, quando il credito viene messo a perdita fiscale o (qualora il debitore sia risultato essere solvibile) quando viene dato mandato d’incarico ad un Avvocato di Fiducia affinché abbia a recuperare il credito giudizialmente.

Per maggiori informazioni chiama EUROCREDIT BUSINESS INFORMATION al numero verde 800 88 20 25 oppure compila il modulo contatti che trovi cliccando qui.